Clomid

55,00

5mg 100 tabs

COD: 38583 Categoria: Tag:

Descrizione

Clomid è un medicinale orale comunemente usato nel trattamento dell’infertilità. Clomid è in realtà un nome commerciale. Il nome generico è clomifene citrato. Un altro nome commerciale di un’altra società farmaceutica è il Serophene. Tutte e tre le formulazioni sono pensate per funzionare lo stesso.

Clomid è composto da due differenti forme o isomeri. Zuclomifene è inerte e rappresenta circa un terzo del farmaco totale. Enclomiphene è la parte attiva e costituisce i rimanenti due terzi. Ci vuole molto tempo per il clomiphene essere eliminato dal corpo. In realtà, tracce di clomide possono essere trovate diverse settimane dopo. A causa di questo, i livelli di clomiphene aumenteranno nel sangue nel tempo se somministrati nel corso di alcuni mesi.

Clomid funziona bloccando i recettori degli estrogeni nell’ipotalamo e nella ghiandola pituitaria. Il risultato è che la ghiandola pituitaria è stimolata a produrre più degli ormoni che causano le uova a svilupparsi nelle ovaie. Questi ormoni sono chiamati gonadotropine e ci sono due importanti: FSH o ormone stimolante del follicolo e LH o ormone luteinizzante. Durante il trattamento con clomide, i livelli di LH e FSH aumentano entrambi. È l’FSH che è inizialmente più importante per ottenere le uova da sviluppare.

Clomid e l’ovulazione

Studi sulle donne con problemi di ovulazione hanno dimostrato che in media circa il 72% delle donne che prendono Clomid o Serofene o il clomiphene generico svilupperanno almeno un uovo e l’ovulazione. Le donne che non hanno periodi a tutti (amenorrea) non ovulano spesso come donne che avevano periodi occasionalmente (oligomenorrea). Le donne con PCOS – sindrome dell’ovaio policistico inoltre non ovulano spesso con clomide.

L’aumento della dose di Clomid aumenterà le possibilità di ovulazione. Tutte e tre le forme, il serofene, il Clomid e il clomiphene generico vengono come compresse da 50 mg. La maggior parte dei medici inizia i pazienti con una dose di 50 o 100 mg. Se non si verifica l’ovulazione, la dose può essere aumentata di incrementi di 50 mg. L’85% dei pazienti ovulate con una dose di 150 mg. Per coloro che sono ancora resistenti, ci sono diverse opzioni per i medici per cercare di ottenere l’ovulazione a verificarsi:

Aggiunta di altri farmaci -I più popolari sono i farmaci sensibilizzanti per l’insulina come Avandia, Actos o metformina – Glucophage
Aumento della dose di Clomid oltre 150 mg
Estendere la durata dell’utilizzo di Clomid oltre i consueti 5 giorni
Eseguire una cistotomia ovarica multipla
Le donne che ancora non rispondono al clomiphene possono essere trasferite ad una diversa classe di farmaci come un inibitore di aromatasi o una gonadotropina.

Effetti collaterali di Clomid

La capacità di Clomid di funzionare è basata sulla sua capacità di bloccare i recettori per l’estrogeno. Il corpo ritiene che i livelli di estrogeni siano inferiori a quelli realmente. La maggior parte degli effetti collaterali di Clomid sono simili a quelli osservati in donne che hanno bassi livelli di estrogeni.

Effetti collaterali che si verificano nel 10% dei pazienti:

vampate
mal di testa
Effetti collaterali che si verificano nel 6% o meno dei pazienti:

Visual-sfocatura
Punti o lampi visivi
Nausea e vomito
Sanguinamento anormale dell’utero
Dolore addominale o pelvico
Guadagno di peso
Disagio del seno
Sono stati riportati altri effetti collaterali, incluse reazioni allergiche, ma con un’incidenza inferiore a 1%

Clomid e gravidanza

Il rischio di aborto o di morte non sembra essere correlato all’uso del clomifene. L’incidenza di aborto spontaneo nelle sperimentazioni cliniche è stata di circa il 20% e il rischio di morte è stato dell’1%. Clomiphene è considerato categoria X di gravidanza. Il suo uso è controindicato nelle donne già in stato di gravidanza. Gli studi nei ratti e nei topi hanno mostrato un aumento della dose in alcuni tipi di malformazioni e un aumento della mortalità. Gli studi sugli esseri umani non supportano un’associazione tra clomifene e difetti congeniti.